TARI 2021 – “Attività industriali con capannoni di produzione”

Dal 1° gennaio 2021 sono entrate in vigore alcune modifiche al Testo Unico dell’Ambiente (D. Lgs. 152/2006) introdotte dal D. Lgs. 116/2020.

Tra le novità, l’esclusione totale dalla tassazione delle superfici dove avvengono le lavorazioni industriali, comprese quelle relative ai magazzini di materie prime, semilavorati e merci, in quanto produttive di SOLI  rifiuti speciali; restano pertanto tassabili solo i locali adibiti ad uffici, spogliatoi, mense ecc. che invece producono rifiuti urbani (carta, plastica, vetro ecc.).

Per ottenere questa riduzione, le utenze non domestiche comprese nella categoria “ATTIVITA’ INDUSTRIALI CON CAPANNONI DI PRODUZIONE” dovranno, ENTRO IL 30 GIUGNO P.V.:

  • comunicare al Comune le nuove metrature specificando l’uso a cui sono adibite;
  • trasmettere il contratto sottoscritto con società specializzata che si occupa della raccolta, trasporto e recupero smaltimento dei rifiuti speciali prodotti nelle aree di produzione ed annessi magazzini.

A seguito della suddetta comunicazione, l’attuale gestore del servizio pubblico provvederà a sostituire gli attuali cassonetti/carrellati  con nuovi contenitori idonei alla raccolta dei soli rifiuti urbani prodotti da uffici, mense, spogliatoi, bagni, ecc..

Il Responsabile Area Entrate 

Print Friendly, PDF & Email