Piano di Zona 2022-2024, primo tavolo di co-progettazione a Casamassima

Come si costruiscono comunità educanti? E quali percorsi educanti intraprendere nella comunità che si scopre sempre più fragile?
Quali le strategie e le modalità da mettere in campo? Come contrastare le povertà educative?

Su questi temi la comunità di Casamassima dialogherà con Virginia Meo, coordinatrice ufficio Progettazione sociale del Comitato italiano per l’Unicef Fondazione Onlus.
L’appuntamento è a Casamassima per martedì 21 giugno 2022 al circolo didattico «Marconi» alle 16.30 (via Marconi, 39).
Introdurrà Mariangela Nuzzi, responsabile del Servizio Sociale comunale.

L’evento è il primo tavolo di concertazione per la redazione del nuovo Piano Sociale di Zona dell’Ambito Territoriale Sociale di Gioia del Colle (capofila) di cui Casamassima fa parte insieme a Sammichele di Bari e Turi.

Dopo la presentazione del programma di co-progettazione del nuovo Piano (lunedì 20 giugno, ore 16.30, chiostro del Comune di Gioia del Colle), l’appuntamento di Casamassima dà concretamente avvio alla programmazione che attraverserà tutti i quattro Comuni dell’Ambito e si concluderà il 4 luglio.

Il tavolo di Casamassima è una importante occasione di riflessione sulla necessità di elaborare una visione collettiva dell’educare affinché ciascuno sia chiamato a dare il proprio contributo sull’intreccio tra i bisogni educativi del territorio e sulla necessità di tessere reti. Perché il benessere dei cittadini è #affaredicomunita.

La co-progettazione. Il percorso prevede quattro tavoli verticali di concertazione sulle sette aree strategiche di attenzione e intervento del V Piano delle Politiche Sociali regionale 2022-2024, che è lo strumento a partire dal quale ogni Ambito territoriale pugliese costruisce il proprio Piano di Zona.
In particolare, i tavoli verteranno su: accesso ai servizi e presa in carico, famiglie e minori, invecchiamento attivo, persone con disabilità e persone non autosufficienti, persone in condizioni di povertà, donne e minori vittime di maltrattamento e violenza, pari opportunità.

Piano Sociale di Zona. È lo strumento di programmazione integrata delle politiche sociali territoriali. In particolare il Piano Sociale di Zona definisce: gli obiettivi strategici e le priorità d’intervento; gli interventi e i servizi sociali garantendo i livelli essenziali delle prestazioni e la loro localizzazione; le modalità organizzative dei servizi, le risorse finanziarie e professionali, i requisiti di qualità; le procedure e gli strumenti per la rendicontazione economica, per il monitoraggio e per la valutazione delle attività e dei risultati conseguiti; le modalità per garantire l’integrazione tra servizi e prestazioni. Il piano è costruito attraverso un processo di progettazione partecipata, che coinvolge tutti gli operatori del settore: dai cittadini ai soggetti istituzionali, dagli operatori dei servizi sociali, sanitari ed educativi al mondo del volontariato, dalla cooperazione sociale al mondo imprenditoriale e della ricerca.

Il Piano regionale delle Politiche Sociali. E’ la base su cui ogni Ambito costruisce il proprio Piano di Zona. Le parole d’ordine del V piano regionale sono: ripartire, valorizzare, includere. Il piano regionale 2022-2024 individua sette aree strategiche, strutturate in 34 obiettivi che si attueranno in altrettanti interventi per obiettivo. Concertazione, integrazione, partenariato e condivisione delle responsabilità rappresentano le fondamenta su cui si poggia il nuovo Piano, con cui la Regione Puglia intende promuovere un Welfare delle Responsabilità costruito sul concetto della “responsabilità condivisa”, in base al quale tutti i livelli di governo, nell’ambito delle rispettive competenze, concorrono a formulare, realizzare, gestire e valutare le politiche sociali.

Ambito territoriale Sociale. Rappresenta la sede principale della programmazione locale, concertazione e coordinamento degli interventi dei servizi sociali e delle altre prestazioni integrate, attive a livello locale. L’Ambito è individuato dalle Regioni. Ad esse spetta la determinazione degli Ambiti Territoriali, delle modalità e degli strumenti per la gestione unitaria del sistema locale dei sevizi sociali a rete.

UFFICIO STAMPA PER LA PROGRAMMAZIONE DEL PIANO SOCIALE DI ZONA

Print Friendly, PDF & Email